(S)RADICAMENTI

RINVIATO A DATA DA DESTINARSI

Trevignano, Villa Onigo
(S)RADICAMENTI. Monologo e lettura scenica tratti da “Storia di alberi e della loro terra” di Matteo Melchiorre
con Matteo Melchiorre – voce narrante – Nelso Santon – contrabbasso

foto di Eberhard Grossgasteiger – unsplash

In un’epoca in cui alberi e boschi, loro malgrado, sono divenuti oggetto di retorica e di strumentalizzazione, il percorso di indagine confluito in Storia di alberi e della loro terra vuole essere un richiamo a una percezione più sfumata e più centrata per raccontare l’interazione tra uomo, alberi e bosco. Nato da un incontro tra Matteo Melchiorre e Nelso Salton, e cioè da un incontro tra una penna e un contrabbasso, nella foresta di Somadida, lo spettacolo (S)RADICAMENTI , in un intreccio di letture, monologhi e musica, si addentra in una esplorazione di alberi, straordinari e ordinari, di uomini e di storie, vorticando verso il cuore di un tema cruciale della contemporaneità: il rapporto tra luoghi marginali e futuro.

Matteo Melchiorre ha lavorato presso l’Università Ca’ Foscari, lo Iuav di Venezia e  l’Università degli Studi di Udine e dirige attualmente il Museo Casa Giorgione e la Biblioteca comunale di Castelfranco Veneto. Si occupa di storia economica e sociale del tardo Medioevo e di edizione di fonti. Autore di numerosi saggi scientifici, dedito alla scrittura letteraria, ha pubblicato: Requiem per un albero (2004), La banda della superstrada Fenadora-Anzù (con vaneggiamenti sovversivi) (2011), La via di Schenèr (2016, Premio Mario Rigoni Stern 2017 e Premio Cortina 2017) e Storia di alberi e della loro terra (2017).

Ingresso libero

Evento organizzato con il patrocinio del Comune di Trevignano ed in collaborazione con l’associazione GAST Campilonghi

Programma CombinAzioni 2017

SCARICA IL PIEGHEVOLE DEL FESTIVAL 2017 Sabato 16 settembre Montebelluna, biblioteca comunale – auditorium Ore 17.00 CONFERENZA PER UNA NUOVA CARTOGRAFIA DELL’EUROPA E DEL MEDITERRANEO di Monica Centanni – grecista e professoressa di Drammaturgia antica e origini del teatro all’Università IUAV di Venezia Il Mediterraneo oggi sta ai limiti, non …