Programma 2016

SCARICA IL PIEGHEVOLE DEL FESTIVAL 2016


Sabato 17 settembre


  • Montebelluna, loggia dei grani – sala consiliare
    Ore 17.00
    INAUGURAZIONE MOSTRA
    LA RIVOLUZIONE ATTRAVERSO L’OBIETTIVO
    con l’attivista Amina Dachan

Giovani italiani e siriani messi a confronto in due mostre incentrate su un tema comune. Rivoluzione attraverso l’obiettivo raccoglie le fotografie degli studenti delle scuole superiori del Veneto che hanno partecipato all’omonimo concorso bandito da Levi Alumni e che sono stati premiati. Ai giovani è stato chiesto di rappresentare la loro rivoluzione con una fotografia. Lens young Syrian in Italy è un insieme di scatti di giovani Citizen reporter residenti in differenti zone della Siria.

  • Montebelluna, villa Correr Pisani – teatro Binotto
    Ore 20.45
    TEATRO
    TROIANE
    da Euripide
    con la compagnia teatrale Arte Povera
    regia di Francesco Boschiero

“…È pazzo l’uomo che si rallegra pensando che gli andrà sempre bene: la fortuna con i suoi ghiribizzi è come un individuo capriccioso, salta di qua e di là e nessuno ne gode in perpetuo i favori!” (Ecuba). Scritto nel 415 a.C. ma ancora tristemente attuale: la fitta trama di soprusi, violenze psicologiche e vessazioni compiute dai vincitori verso l’universo femminile è pronta a travalicare la classicità fino a giungere dritta ai giorni nostri. Nulla sembra essere cambiato nel corso dei millenni.

Giovedì 22 settembre


  • Montebelluna, villa Correr Pisani – teatro Binotto
    Ore 20.45
    READING
    ROGHI
    di Franco Zizola
    con Margherita Stevanato letture, Wilson Gaitan e Adrian De Pascalemusiche

La libertà di esprimere il proprio pensiero: questo volevano Giordano Bruno, filosofo napoletano cittadino d’Europa, e Domenico Scandella, detto Menocchio, contadino friulano. Ma le loro idee, che mettevano in discussione verità consolidate, non piacquero ai potenti. Per questo furono entrambi arsi sul rogo, quasi bastasse distruggere i loro corpi per cancellarne il pensiero.

Venerdì 23 settembre


  • Montebelluna, biblioteca comunale – auditorium
    Ore 10.30
    CONFERENZA
    TUTTI SIAMO STATI UN UOVO ALL’INIZIO
    di Manuela Montibiologa delle cellule germinali

L’uovo, nelle sue molteplici sfaccettature, è una metafora culturale ideale del sapere. Più uova rompiamo, più ci avviciniamo all’essenza della conoscenza, più domande ci poniamo, più attiviamo il motore dell’evoluzione sociale ed economica con benefici culturali, economici e medici. Anche perché, come dicono i più piccoli, “se non rompi l’uovo, non puoi sapere cosa c’è dentro”.

  • Montebelluna, biblioteca comunale – auditorium
    Ore 18.00
    INCONTRO
    LA RIVOLUZIONE SI FA ANCHE NEI MUSEI
    con Emanuela Gilli – conservatore archeologo del Museo di Montebelluna – e Angela Trevisinresponsabile del centro di documentazione del Museo di Montebelluna

La rivoluzione dove non te lo aspetti. I musei nell’ultimo decennio hanno preso consapevolezza del cambiamento del proprio ruolo istituzionale, frutto dell’evoluzione economica, sociale e culturale complessiva del territorio nel quale sono inseriti. “Il Museo divenga oggi specchio del territorio, centro di interpretazione, luogo di produzione, presidio di tutela territoriale attiva” (D. Jallà)

  • Montebelluna, villa Correr Pisani – teatro Binotto
    Ore 21.00
    INCONTRO
    TECNOLOGIA, INNOVAZIONE, ECONOMIA POSITIVA. UN TRINOMIO INSCINDIBILE PER UN FUTURO CHE NON PUÒ ATTENDERE
    con Isabella Chiodivice presidente di IMB Unione Europea

Il progresso tecnologico è da sempre motore di cambiamento ed innovazione. Cambiano le imprese e cambiano i mestieri, cambiano di conseguenza le competenze richieste. Tuttavia la tecnologia rimane un mezzo e l’uso che di tale mezzo si fa è dettato dalle politiche nazionali ed internazionali, dai modelli economici di riferimento. Per garantire un benessere allargato e duraturo, serve una volontà politica ed economica, serve una opinione pubblica che favorisca scelte che privilegino il lungo periodo e mettano al centro le persone.

Sabato 24 settembre


  • Montebelluna, biblioteca comunale – auditorium
    Ore 10.30
    CONFERENZA
    VETUSTAS SEMPER ADORANDA. PASSATO PAGANO E RIVOLUZIONE CRISTIANA NELLA ROMA TARDOANTICA
    di Filippomaria Pontanifilologo e professore di Filologia classica all’Università Ca’ Foscari di Venezia

In che senso la cultura pagana ha “resistito” alla rivoluzione rappresentata dal Cristianesimo in età tardoantica? Nuovi studi rileggono oggi i documenti letterari, storici ed artistici di quell’epoca, sia in ambito orientale che nella vicenda di Roma: insospettabilmente, da queste riflessioni apparentemente solo erudite dipende anche un po’ della nostra stessa autodefinizione di Occidentali.

  • Montebelluna, biblioteca comunale – auditorium
    Ore 16.30
    CONFERENZA
    MENO INTERNET PIÙ CABERNET: VIAGGIO DA GOOGLE AL GATTO DI CASA
    di Massimo Marchioriinformatico e professore di Reti e Sicurezza all’Università di Padova

Viviamo in uno strano mondo, pieno di tecnologia ma anche di contraddizioni. Ma perché il nostro mondo è fatto così? Che senso ha Facebook? Dove stiamo andando? Prendendo spunto dai temi del libro “Meno Internet più Cabernet” cercheremo di svelare come stanno veramente le cose: oltre le apparenze, alla ricerca del segreto lo conduttore che dà un senso al tutto.

  • Montebelluna, biblioteca comunale – auditorium
    Ore 18.00
    INCONTRO
    LE MILLE E UNA VOCI DEL CONFLITTO SIRIANO
    con la Venice Diplomatic Society

Una presentazione non oggettiva della guerra in Siria. La voce del governo di Assad, i Ribelli anti-governativi, l’ISIS, i Curdi, i Russi, gli Statunitensi e le ONG che operano nel territorio, in 3 atti in cui si svelerà il maggior numero di punti di vista sugli eventi accaduti tra l’innescarsi della Primavera araba siriana, fino ai giorni nostri.

  • Montebelluna, piazza Dall’Armi
    Ore 20.45
    CONCERTO
    MUSICA E CINEMA
    con l’orchestra giovanile La Réjouissance
    dirige Elisabetta Maschio

Musica e immagini sono state realtà indipendenti nel corso del tempo. L’affermarsi dell’arte cinematografica ha però mutato questo stato di cose. I primi film erano muti, ma capitava spesso che, nelle sale, piccole orchestre accompagnassero le immagini. Un cambiamento epocale si vericò con l’avvento del cinema sonoro. Da quel momento in poi, musica e immagini sono diventate un unicum: sappiamo bene quanto un brano musicale abbinato a una piccola storia acquisti una carica comunicativa travolgente che cattura il cuore e i sensi.

Domenica 24 settembre

  • Montebelluna, biblioteca comunale
    Ore 15.00-19.00
    EVENTI, LABORATORI E LETTURE PER BAMBINI E FAMIGLIE
    COLTIVARE LA MENTE DEI BAMBINI. L’APPROCCIO PRECOCE A LETTURA, MUSICA E SCIENZA IN FAMIGLIA
    con Giorgio Tamburlini, FAB LAB Castelfranco Veneto, Ullallà Teatroanimazione, Cristina De Bortoli e Daniele Carnio
  • Montebelluna, villa Correr Pisani – teatro Binotto
    Ore 16.30
    CONFERENZA
    LA CULTURA IN CARCERE COME RIVOLUZIONE NEL/DEL CARCERE
    di Piero Vereniantropologo e professore di Antropologia all’Università Tor Vergata di Roma

Raccontando il progetto di Teledidattica che l’Università di Roma Tor Vergata ha in atto nel carcere di Rebibbia, vedremo come qualunque progetto di istruzione, preso sul serio, cioè al di là delle finalità “professionalizzanti”, ha conseguenze sovversive sul piano individuale e potenzialmente rivoluzionarie su quello sociale. Vista dal carcere, l’educazione è un’arma incomparabilmente potente di mutamento, trasformazione, rivoluzione.

  • Montebelluna, villa Correr Pisani – teatro Binotto
    Ore 18.00
    CONFERENZA
    LE INFORMAZIONI NASCOSTE. INVARIANTI DI NATURA E DI CULTURA
    di Paolo Massimo Buscemaprofessore di Matematica all’Università del Colorado (USA) e direttore del centro ricerche Semeion di Roma

L’attività scientifica potrebbe essere definita come l’arte di rendere visibile l’invisibile. Studiare i processi naturali e culturali equivale a studiare i dati che rappresentano questi processi. Ma i dati non parlano da soli, né quello che signicano risulta evidente ad una analisi effettuata con metodi classici. Spesso i segreti di una processo naturale e/o culturale risiedono nelle informazioni nascoste nei dati. Quelle che di solito vengono scartate come rumore.

  • Montebelluna, villa Correr Pisani – teatro Binotto
    Ore 21.00
    READING
    NOI DONNE DI TEHERAN
    di e con Farian Sabahi

Un racconto – in prima persona femminile – sulle origini della capitale iraniana e sulle sue contraddizioni, sui diritti delle minoranze religiose e delle donne. Donne protagoniste in vari ambiti, sport inclusi, anche se troppo spesso sono state un tassello nella propaganda di regime. Un reading animato dai versi dei grandi poeti persiani e da una buona dose di ironia, per sorridere su temi comlessi e abbattere i soliti stereotipi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *