Anteprima edizione 2019

Mercoledì 12 giugno


  • Montebelluna, parco Manin
    Ore 21.15
    CINEMA E INCONTRO
    RWANDA
    di Riccardo Salvetti
    intervengono gli attori Marco Cortesi e Mara Moschini
    in collaborazione con il Cinema Italia Eden

6 aprile 1994: la piccola repubblica africana viene sconvolta da uno dei genocidi più veloci e sistematici della storia: un milione di morti in 100 giorni soltanto. Augustin è Hutu e deve uccidere. Cecile è Tutsi e deve morire, eppure qualcosa darà loro la forza di fare la cosa giusta e di compiere un gesto di indimenticabile coraggio. Ciò che avvenne durante quella primavera di sangue non solo cambierà la vita di Augustin e Cecile, ma anche quella di due giovani attori chiamati ad interpretarli tanti anni più tardi sulle tavole di un palcoscenico. Una storia vera, sorprendentemente attuale, capace di scuotere le coscienze, emozionare e commuovere.


Mercoledì 26 giugno


  • Montebelluna, parco Manin
    Ore 21.15
    CINEMA E INCONTRO
    IL SUCCESSORE
    di Mattia Epifani
    interviene il protagonista Vito Alfieri Fontana
    in collaborazione con il Cinema Italia Eden

Vito Alfieri Fontana è un ingegnere ed ex proprietario della Tecnovar, azienda specializzata nella progettazione e vendita di mine antiuomo. In seguito a una profonda crisi esistenziale l’ingegner Fontana mette in discussione se stesso, il suo lavoro e i rapporti con la famiglia, in particolar modo con il padre, figura carismatica e ingombrante. Il peso della successione e delle responsabilità si scontrano così con l’intima esigenza di interrompere la produzione di mine antiuomo. Una domanda lo assilla: quante vittime avrà causato il lavoro della Tecnovar? La risposta a questa domanda assume per l’ingegner Fontana contorni inquietanti, ma è anche il punto di partenza di un viaggio esistenziale dall’Italia verso gli ex teatri di guerra della Bosnia Erzegovina dove ancora oggi squadre di sminatori sono attive nella bonifica dei terreni. Nel conflitto tra dovere e coscienza si muovono i passi di un uomo in cerca di riscatto, seppur consapevole che il bilancio tra bene e male non potrà mai più essere in attivo.


Mercoledì 10 luglio


  • Montebelluna, parco Manin
    Ore 21.15
    CINEMA E INCONTRO
    STYX
    di Wolfgang Fischer
    in collaborazione con il Cinema Italia Eden

Una dottoressa decide di prendersi una pausa dal lavoro e di salpare in solitaria sulla sua barca a vela da Gibilterra ad un’isola incontaminata nell’Oceano Pacifico. Il suo viaggio sembra scorrere serenamente finché, dopo una brutta tempesta, si imbatte in un peschereccio arenato pieno di profughi africani in grave difficoltà. Alcuni di loro provano a raggiungerla, ma solo un giovane ragazzo ce la fa. Insieme cercano di chiamare i soccorsi che tardano ad arrivare, mentre la situazione si fa sempre più drammatica. La donna si troverà quindi ad un bivio: provare ad aiutare gli uomini e le donne bloccati sull’imbarcazione oppure farsi da parte ed aspettare aiuti adeguati. Una sola donna, un unico mare per comprendere oggi il significato del senso di responsabilità.