CombinAzioni Festival

Il Festival CombinAzioni, originariamente “Il Sapere e le Arti“, è organizzato dall’associazione Levi Alumni per far incontrare, combinare e dialogare intorno ad un unico tema le diverse forme di cultura dell’uomo. CombinAzioni significa dialogo, perché il Festival offre una proposta variegata, suggerendo legami e combinazioni apparentemente insolite, e significa azione, perché vuole interagire con la città e stimolare il pubblico. Tanti giorni di incontri, conferenze e dibattiti con personalità di spicco nel panorama culturale italiano; tanti giorni di concerti, spettacoli e mostre di fotografia con artisti affermati e gruppi musicali e teatrali giovanili… CombinAzioni è questo e molto altro!

Quest’anno si parlerà di Europa, di “una certa idea di Europa”, tema ispirato al titolo dell’omonimo libro di George Steiner dal quale parte la riflessione della terza edizione del Festival.

“I parafulmini devono essere saldamente infissi nel terreno. Anche le idee più astratte e speculative devono essere ancorate nella realtà, nella materia delle cose. Che dire allora dell’idea di Europa?”. *

È possibile riassumere in un pugno d’istituzioni, di idee, di tradizioni e di costumi cos’è l’Europa?

In un momento storico in cui il livello di discussione sull’idea di Europa è molto povero, Levi Alumni coglie l’occasione per parlarne da una prospettiva culturale e interdisciplinare. 

SCARICA LA LOCANDINA DEL FESTIVAL 2017

SCARICA IL PIEGHEVOLE DEL FESTIVAL 2017

 

I 5 PERCORSI EUROPEI DI CombinAzioni 2017

 

  • Europa mappa dei caffè

“L’Europa è i suoi caffè. Dal locale di Lisbona amato da Fernando Pessoa ai cafès di Odessa frequentati dai gangster di Isaak Babel. Dai caffè di Copenhagen, quelli di fronte ai quali passeggiava Kierkegaard nel suo meditabondo girovagare, fino a quelli di Palermo.” *

“Basta disegnare una mappa dei caffè, ed ecco gli indicatori essenziali dell’“idea di Europa”. Il caffè è il luogo degli appuntamenti e delle cospirazioni, del dibattito intellettuale e del pettegolezzo.” *

L’Europa è un caffè pieno di gente e di parole, in cui si scrivono versi, si cospira e si conversa e sui cui tavolini sono nate tutte le grandi imprese culturali dell’Occidente.

 

  • Europa continente camminato

“L’Europa è stata, e viene ancora, camminata. È un elemento fondamentale. La cartografia dell’Europa è il frutto delle possibilità del piede umano, degli orizzonti che ci può far percepire.” *

L’Europa ha un paesaggio camminabile e pedestre, amico dell’uomo, che ha facilitato il sostentamento e favorito la comunicazione tra popoli e culture diversi.

 

  • Europa luogo della memoria

“Le strade, le piazze dove camminano gli uomini, le donne e i bambini europei hanno preso il nome da statisti, generali, poeti, artisti, compositori, scienziati e filosofi.” *

L’Europa è il luogo della memoria, dove strade e piazze sono chiamate col nome dei personaggi del passato e l’essere vecchio e corroso dai secoli è un valore che dà bellezza.

 

  • Europa eredità di Atene e Gerusalemme

“L’ambiguo peso del tempo passato nell’idea e nella sostanza dell’Europa è il frutto di un dualismo primordiale. È il mio quarto assioma: la doppia eredità di Atene e Gerusalemme.” *

L’Europa discende da Atene e da Gerusalemme: dalla prima ha ereditato la democrazia e il pensiero filosofico-scientifico, dalla seconda la spiritualità e la fede.

 

  • Europa consapevole del proprio destino

“Il mio quinto criterio è una consapevolezza escatologica che, credo, possiamo trovare solo nella coscienza europea.” *

“Basta pensare ai dipinti panoramici che raffigurano le città dell’Europa in preda alle fiamme, o sommerse dalle inondazioni, un filone piuttosto curioso dell’arte romantica.” *

L’Europa ha sempre pensato di dover morire, con un senso della fine e la consapevolezza escatologica che, dopo un certo apogeo, sopraggiungerà la rovina.

 

Il Festival è organizzato e ideato da

Associazione Levi Alumni

 

con il patrocinio di

Regione del Veneto

RetEventi Cultura Veneto 2017

Provincia di Treviso

 

in collaborazione e con il patrocinio di

Città di Montebelluna

Comune di Trevignano

 

in collaborazione con

Antiruggine

A Soul for Europe

Associazione MusikDrama

BETA Italia – Bringing Europeans Together Association

Biblioteca Comunale di Montebelluna

Circolo culturale “Pietro Bertolini” di Montebelluna

FITA Treviso – Federazione Italiana Teatro Amatori

Gioie Musicali – Rassegna Musicale Internazionale Giovanile

Il Mosaico Montebelluna

Libreria Massaro

MoFFe – Monnezza Film Festival

Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna

Venice Diplomatic Society

 

info e contatti

Tutti gli eventi promossi dal Festival sono a ingresso libero e gratuito

Associazione Levi Alumni festival@levialumni.it

Ermes Pozzobon 345/4813756

Chiara Semenzin 349/3364301

 

 


* George Steiner, Una certa idea di Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *