Festival “Il Sapere e le Arti – La forza rivoluzionaria della cultura”

 

Festival Cultura Montebelluna


SCARICA LA LOCANDINA DEL FESTIVAL

SCARICA IL PIEGHEVOLE DEL FESTIVAL

SCARICA IL VOLANTINO CON LE INIZIATIVE PER I BAMBINI

IL SAPERE E LE ARTI

Il Festival Cultura Montebelluna “Il Sapere e le Arti”, giunto alla seconda edizione, viene ideato dall’Associazione Levi Alumni nel 2015, con lo scopo di far incontrare e dialogare intorno ad un unico tema le diverse forme di cultura dell’uomo (umanistica, scientifica, artistica, …). La rassegna nasce e si sviluppa quindi nel nome di Primo Levi, a cui non a caso è intitolato il liceo montebellunese.

Dal 2016 partecipano all’organizzazione anche la Biblioteca comunale e il Museo di Storia naturale e Archeologia, all’insegna di uno spirito di scambio culturale che il festival rappresenta e trasmette. Sono aumentate anche le collaborazioni, che da Montebelluna si sono estese a Castelfranco Veneto, Treviso e Venezia.

Il Sapere e le Arti: cinque giorni di incontri, dibattiti e conferenze con personalità di spicco nel panorama culturale italiano; cinque giorni di concerti, spettacoli, reading teatrali e mostre di fotografia con artisti affermati e gruppi musicali e teatrali giovanili. Cinque giorni di relazioni tra le diverse forme di cultura.

LA FORZA RIVOLUZIONARIA DELLA CULTURA

La prima edizione del Festival nel 2015 si è aperta con l’intervento della virologa Ilaria Capua: “Osiamo osare”. Niente è permanente tranne il cambiamento: bisogna sfidare i dogmi nella vita professionale e personale, bisogna osare, desiderare un futuro diverso e portare avanti idee che sfidino gli schemi precostituiti.

Così la cultura, attraverso scoperte fondamentali, creazioni di bellezza e riflessioni profonde, ha fatto compiere dei passi da gigante all’umanità. Abbiamo deciso di raccogliere questo messaggio e di ragionare sulla forza rivoluzionaria della cultura, sulla sua potenza di cambiamento sulle persone, sulla società, sul mondo: questo filo conduttore del festival passerà dalla biologia alla filologia, dalla musica al teatro, dall’informatica all’antropologia giungendo fino alla geopolitica e alla fotografia.

Programma


Sabato 17 settembre

  • Ore 16.30 – Loggia dei Grani – Sala Consiliare

Fotografia “La rivoluzione attraverso l’obiettivo”

Inaugurazione delle mostre “Rivoluzione attraverso l’obiettivo” degli studenti delle scuole superiori del Veneto e “Lens young Syrian in Italy” della giornalista Amina Dachan

seguirà visita alle mostre presso l’ex-cartoleria Faggionato

Le mostre saranno aperte al pubblico da sabato 17 a domenica 25 settembre negli spazi dell’ex-cartoleria Faggionato, in via Tripoli, 10.

Orari: sabato 17 ore 17.30-19.30; da domenica 18 a sabato 24 ore 10.30-13.30 e 17.30-19.30; domenica 25 ore 17.30-19.30.

  • Ore 20.45 – Villa Correr-Pisani – Teatro Binotto

Teatro “Troiane” (da Euripide)

con la Compagnia Teatrale “Arte Povera” e regia di Francesco Boschiero

Giovedì 22 settembre

  • Ore 18.00 – Loggia dei Grani – Sala Consiliare

Inaugurazione della seconda edizione del Festival

Breve saluto dell’Associazione Levi Alumni e intervento delle autorità patrocinanti e degli enti collaboratori

l’inaugurazione sarà accompagnata da un breve momento musicale

a cura del Coro “Jupiter Voices”

  • Ore 20.45 – Villa Correr-Pisani – Teatro Binotto

Lettura spettacolo “Roghi” di Franco Zizola con Margherita Stevanato

Musicisti: Wilson Gaitan e Adrian De Pascale – percussioni

 

Venerdì 23 settembre

  • Ore 10.30 – Biblioteca Comunale – Auditorium

Conferenza “Tutti siamo stati un uovo all’inizio”

a cura della dott.ssa Manuela Monti – biologa delle cellule germinali

 

  • Ore 18.00 – Biblioteca Comunale – Auditorium

Incontro “La rivoluzione si fa anche nei musei”

a cura delle dott.sse Emanuela Gilli – Conservatore Archeologo – e Angela Trevisin – Responsabile del Centro di documentazione del Museo di Montebelluna

  • Ore 21.00 – Villa Correr-Pisani – Teatro Binotto

Incontro “Tecnologia, Innovazione, Economia Positiva, un trinomio inscindibile per un futuro che non può attendere”

con la dott.ssa Isabella Chiodi – Vice Presidente di IBM Unione Europea

Sabato 24 settembre

  • Ore 10.30 – Biblioteca Comunale – Auditorium

Conferenza Vetustas semper adoranda. Passato pagano e rivoluzione cristiana nella Roma tardoantica”

a cura del prof. Filippomaria Pontani – filologo, Professore Associato di Filologia Classica presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia

  • Ore 16.30 – Biblioteca Comunale – Auditorium

Conferenza “Meno Internet più Cabernet: viaggio da Google al gatto di casa”

a cura del prof. Massimo Marchiori – informatico, Professore Associato di Reti e Sicurezza e di Tecnologie Web presso l’Università di Padova

  • Ore 18.00 – Biblioteca Comunale – Auditorium

Intervento-dibattito “Le mille e una voci del conflitto siriano”

a cura di Venice Diplomatic Society

  • Ore 20.45 – Corso Mazzini – Piazza Dall’Armi

Concerto “Musica e Cinema” dell’Orchestra giovanile “La Réjouissance”

diretta dal M° Elisabetta Maschio

in caso di mal tempo, il concerto si terrà al PalaMazzalovo

 

Domenica 25 settembre

  • Ore 15.00 – 19.00 – Biblioteca Comunale

Eventi, laboratori, letture per bambini e famiglie “Coltivare la mente dei bambini. L’approccio precoce a lettura, musica e scienza in famiglia”

  • Ore 16.30 – Villa Correr-Pisani – Teatro Binotto

Conferenza “La cultura in carcere come rivoluzione nel/del carcere”

a cura del prof. Piero Vereni – antropologo, Professore Associato di Antropologia presso l’Università Tor Vergata di Roma

  • Ore 18.00 – Villa Correr-Pisani – Teatro Binotto

Conferenza “Le informazioni nascoste. Invarianti di Natura e di Cultura”

a cura del prof. Paolo Massimo Buscema – matematico, Professore Ordinario Aggiunto presso l’Università del Colorado (USA) e Direttore del Centro Ricerche di Scienze della Comunicazione “Semeion” di Roma

  • Ore 21.00 – Villa Correr-Pisani – Teatro Binotto

Reading teatrale “Noi donne di Teheran” di e con Farian Sabahi

A collegare le iniziative del festival, portatrici ognuna di una forza rivuluzionaria, interverrà per una riflessione di ampio respiro il prof. Alessandro Pertosa – filosofo freelance e docente di Filosofia presso l’ISSR “Mater Gratiae” di Ascoli Piceno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *