Comunicato stampa del 28 giugno 2017

Scarica il comunicato stampa in PDF

COMUNICATO STAMPA

Montebelluna, 28 giugno 2017

COMBINAZIONI

festival cultura Montebelluna

“Una certa idea di Europa”

 

LEVI ALUMNI RADDOPPIA L’APPUNTAMENTO CON GIOIE MUSICALI

Terza edizione dal 16 al 24 settembre. Due anticipazioni il 16 e 17 luglio in collaborazione con la rassegna internazionale giovanile “Gioie Musicali”

 

Entrano nel vivo i preparativi per la terza edizione del Festival della Cultura promosso da Levi Alumni, l’associazione culturale montebellunese impegnata a diffondere i principi e gli ideali che hanno ispirato l’intitolazione del Liceo a Primo Levi. Anche quest’anno il Festival è stato accolto all’interno del cartellone RetEventi Cultura Veneto 2017.

Il Festival CombinAzioni – originariamente “Il Sapere e le Arti” – promosso con il patrocinio del Comune di Montebelluna – nasce proprio con lo scopo di far incontrare, combinare e dialogare intorno ad un unico tema le diverse forme di cultura dell’uomo.

Interviene Ermes Pozzobon, presidente dell’associazione Levi Alumni: “Quest’anno proponiamo per il Festival un nome nuovo, con l’intento di presentare un festival fresco che porti aria di positività e innovazione nella nostra cittadina. Un nome, CombinAzioni, che da un lato rimanda al dialogo, perché il Festival offre una proposta variegata, suggerendo legami e combinazioni apparentemente insolite, e dall’altro richiama l’azione, perché il Festival vuole interagire con la città e con il pubblico”.

Quest’anno si parlerà di Europa, di “una certa idea di Europa”, tema ispirato al titolo dell’omonimo libro di George Steiner dal quale parte la riflessione della terza edizione del Festival. “I parafulmini devono essere saldamente infissi nel terreno. Anche le idee più astratte e speculative devono essere ancorate nella realtà, nella materia delle cose. Che dire allora dell’idea di Europa?”. Così inizia il libro e questa è la domanda alla quale il Festival cercherà di rispondere, combinando e facendo incontrare lettere, scienze ed arti intorno all’idea di Europa.

Commenta il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero: “Questo festival nasce dall’intuizione di un gruppo di ragazzi che hanno frequentato il Liceo Levi i quali operano secondo una logica di rete sia sul piano organizzativo, tant’è che quest’anno il festival si estende anche ad Asolo e a Trevignano, che su quello disciplinare, visto che il programma prevede contributi che sintetizzano la rappresentazione della realtà sotto molteplici punti di vista. Il tema di quest’anno, tra l’altro, e cioè l’idea di Europa, è per me molto interessante visto che il  livello di discussione attuale è molto povero sebbene il suo disegno risalga ad oltre 500 anni fa”.

Dal 16 al 24 settembre 2017 torna quindi il Festival della Cultura, che si ambienterà in diversi luoghi a Montebelluna e, per un appuntamento, anche a Trevignano. Il programma prevede momenti diversi: saranno sette giorni di incontri, conferenze e dibattiti, sette giorni di concerti, spettacoli e mostre di fotografia.  Per rinnovare alcuni aspetti, il Festival 2017 proporrà anche alcune importanti novità, fra cui:

  • brevi momenti artistici e lezioni nei caffè storici del centro di Montebelluna; queste “pillole al caffè” sono finalizzate a ricreare, seppur per poco tempo, quell’Europa dei caffè che è un indicatore essenziale dell’idea di Europa;
  • un workshop aperto agli studenti delle scuole superiori del territorio a cura della Venice Diplomatic Society.

Levi Alumni conferma la propria volontà di creare reti culturali con altre realtà del territorio, all’insegna di uno spirito di scambio che il Festival rappresenta e trasmette. Vengono confermate le collaborazioni, già consolidate, con la Biblioteca comunale, per un incontro con l’editore Keller, con il Museo civico, nel contesto delle Giornate europee del patrimonio, con la Venice Diplomatic Society e con il comitato provinciale di Treviso della Federazione Italiana Teatro Amatori.

Quest’anno, inoltre, CombinAzioni unisce le forze con Gioie Musicali, la rassegna musicale internazionale giovanile che avrà luogo ad Asolo dal 16 al 30 luglio con una serie di appuntamenti musicali cui si affiancheranno alcune conferenze di approfondimento.

Promosso dall’associazione MusikDrama, con il patrocinio della Regione Veneto, la Provincia di Treviso ed il Comune di Asolo, ed inserito nella programmazione  di RetEventi Cultura Veneto 2017, la manifestazione è giunta quest’anno alla sua tredicesima edizione.

Sotto la direzione artistica del M° Elisabetta Maschio, Gioie Musicali vanta anche quest’anno un’importante rete di collaborazioni nel territorio, tra le quali, appunto, quella con l’associazione Levi Alumni di Montebelluna che aprirà il Festival con due anticipazioni.

Commenta l’assessore alla cultura di Asolo, Gerardo Pessetto: “La collaborazione tra Asolo e Montebelluna anche sul piano culturale, prosegue un percorso di sinergia già avviato tra i due Comuni anche su altri fronti. In questo caso è tanto più significativo perché appartiene ad un ambito in cui alla collaborazione istituzionale si aggiungono anche le forze e le energie delle associazioni esterne, fondamentali, in tempi di scarse risorse pubbliche, per confezionare un’offerta culturale sempre più variegata e prestigiosa quale quella di Gioie Musicali e CombinAzioni”.

La prima, domenica 16 luglio alle 20.30 al Teatro Duse di Asolo con Davide Poletti e Davide Racco, giovani ricercatori di Fisica, che parleranno dell’“intreccio dei due infiniti” conducendo il pubblico in un viaggio che, partendo dal nostro pianeta, lo porterà ai confini dell’universo conosciuto. Quest’intervento sarà preceduto dal concerto inaugurale del Quartetto Berico con musiche di Schostakovich e Mendelssohn-Bartholdy.

Secondo appuntamento lunedì 17 luglio alle 21.00, sempre al Teatro Duse, con la conferenza “La metamorfosi del belpaese”, a cura di Benno Albrecht, professore di composizione architettonica e urbana allo Iuav di Venezia. Il tema attualissimo della metamorfosi della città storica e del valore che essa dà ai luoghi verrà proposto anche in una mostra visitabile nei giorni della rassegna. A seguire vi sarà il concerto del duo violoncello-fisarmonica Riccardo Baldizzi e Mauro Scaggiante.

Spiega Elisabetta Maschio: “La settimana, cuore dell’attività di Gioie Musicali, si svilupperà in una 8 giorni ricca di incontri e concerti aperti al pubblico che si svolgeranno nel centro storico di Asolo. Ma si tratta anche di una settimana di studio che vede, da 13 anni, giovani ragazzi, musicisti o solo appassionati di musica, in un confronto in quattro laboratori che sfoceranno in altrettanti concerti durante la settimana. Un laboratorio di creatività musicale, uno di musica jazz, pop e rock e due masterclass di ottoni e violino, sono la parte formativa più intensa della rassegna”.

Gioie Musicali protrae quest’anno la sua attività fino a fine luglio, con due concerti grazie alla collaborazione con il festival culturale Vacanze dell’Anima.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Il programma completo di Gioie Musicali è disponibile al sito www.rejouissance.it/gioie-musicali mentre il programma di CombinAzioni sarà disponibile da fine agosto al sito www.levialumni.it

In  foto con il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero, l’assessore alla cultura di Montebelluna, Debora Varaschin, l’assessore alla cultura di Asolo, Gerardo Pessetto, il presidente dell’associazione Levi Alumni, Ermes Pozzobon, la direttrice artistica di Gioie Musicali, Elisabetta Maschio, e Luciano Masiero, Riccardo Baldizzi, Eleonora Zanne, Marta Bettiol, Mattia Filippetto, Chiara Fedato, Lucrezia Favaro e Sara Carlino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *