Comunicato Stampa – 15 settembre 2016

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA IN PDF

Leggi il Comunicato Stampa sul sito del Comune di Montebelluna

 

COMUNICATO STAMPA

Montebelluna, 15 settembre 2016

IL SAPERE E LE ARTI

La forza rivoluzionaria della cultura

FESTIVAL CULTURALE A MONTEBELLUNA SECONDA EDIZIONE DAL 17 AL 25 SETTEMBRE

Promosso dall’associazione Levi Alumni, in collaborazione con il Comune di Montebelluna, Biblioteca e Museo: un confronto di idee per la crescita culturale della città

 

Dal 17 al 25 settembre la Città di Montebelluna ospiterà eventi culturali, mostre, incontri, conferenze e spettacoli all’interno di un calendario fitto di appuntamenti. È il Festival Cultura Montebelluna “Il Sapere e le Arti” – La forza rivoluzionaria della cultura, giunto alla sua seconda edizione che, nel nome di Primo Levi, si propone di far incontrare e dialogare intorno ad un unico tema le diverse forme di cultura dell’uomo.

La rassegna, ideata l’anno scorso dall’associazione Levi Alumni di Montebelluna, l’associazione di ex studenti, docenti ed amici dell’omonimo liceo cittadino, è promossa e organizzata quest’anno insieme con la Biblioteca Comunale e con il Museo di Storia Naturale e Archeologia, nello spirito di scambio culturale e di collaborazione fra associazionismo ed enti culturali che il festival rappresenta e trasmette.

“Si tratta di un festival corale, per varie ragioni – spiega il presidente dell’associazione, Ermes Pozzobon -. Innanzitutto, è organizzato da una pluralità di soggetti (enti pubblici e associativi) e di persone, ognuna delle quali porta il proprio contributo di esperienze e di idee. Quest’anno le collaborazioni sono numerosissime: da Montebelluna ci siamo spinti fino a Castelfranco Veneto, Treviso e Venezia”.

“Il sapere delle arti che si terrà nei prossimi giorni Montebelluna – spiega l’assessore alla Cultura, Debora Varaschin – è stato organizzato dall’associazione Levi Alumni nata dalla volontà di alcuni ex studenti dell’omonimo Istituto superiore montebellunese. E’ un esempio di come si può arricchire il tessuto culturale del territorio mettendo in atto azioni di carattere associazionistico, ma con l’interfaccia dell’istituzione. Infatti, la qualità e la validità di quanto in queste giornate andremmo a vedere ed ascoltare è stata condivisa fin dal suo inizio con gli addetti che operano in Biblioteca e al Museo civico. Ciò ha permesso di fornire un risultato finale di eccellenza perché condividere un percorso con chi quotidianamente si interfaccia con le persone che accedono in queste strutture ha consentito di stilare un programma eterogeneo che sarà di sicuro interesse per tutti. Esso porterà anche un valore aggiunto nel nostro territorio data dalla capacità di questi ragazzi e da tutti coloro che compongono l’associazione. Spero che altre realtà del territorio prendano spunto da quanto fatto da Levi Alumni perché realtà come questa sono la corretta interpreazione di quello che deve essere fare cultura: un giusto mix tra pubblico e privato dove il dialogo da risultati positivi per entrambi con un abbattimento delle risorse impiegate da ambo e parti, fondamentale in questi tempi di ristrettezze”.

Raccogliendo il messaggio della virologa Ilaria Capua, che l’anno scorso aveva inaugurato la prima edizione del festival, “Niente è permanente tranne il cambiamento”, la seconda edizione è dedicata al tema della forza rivoluzionaria della cultura, alla sua potenza di cambiamento sulle persone, sulla società e sul mondo. Con il patrocinio della Regione del Veneto, di RetEventi Cultura Veneto 2016, della Provincia di Treviso e in collaborazione con la Città di Montebelluna, Levi Alumni propone un percorso tematico che andrà dalla biologia alla filologia, dalla musica al teatro, dall’informatica all’antropologia passando per la geopolitica e la fotografia. Il collegamento fra le varie iniziative del Festival, è affidato alla riflessione di ampio respiro di Alessandro Pertosa, filosofo freelance già ospite della prima edizione del Festival.

La rassegna sarà preceduta quest’anno da una giornata pre-Festival sabato 17 settembre, durante la quale in Sala Consiliare verranno inaugurate le mostre di fotografia “Rivoluzione attraverso l’obiettivo” e “Lens young Syrian in Italy”, curata da Amina Dachan. Le mostre rimarranno aperte da sabato 17 settembre a domenica 25 settembre negli spazi dell’ex-cartoleria Faggionato (via Tripoli, 10).

Il Festival si aprirà ufficialmente giovedì 22 settembre alle 18.00 in Sala Consiliare, con un’inaugurazione in musica, allietata dal Coro “Jupiter Voices”.

Oltre alle numerose conferenze con nomi di spicco nel panorama culturale italiano nei tre giorni del Festival, la domenica sarà dedicata in particolar modo ai bambini, grazie ad una serie di iniziative che, dalle 15.00 alle 19.00, la biblioteca proporrà ai più piccoli ed alle famiglie.

Il Festival si concluderà nella serata di domenica, alle ore 21.00, con il reading teatrale “Noi donne di Teheran” della giornalista Farian Sabahi.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Per info: www.levialumni.it

PROGRAMMA

Sabato 17 settembre

• Ore 16.30 – Inaugurazione delle mostre di fotografia “Rivoluzione attraverso l’obiettivo” degli studenti delle scuole superiori e “Lens young Syrian in Italu” della giornalista Amina DACHAN

• Ore 20.45 – “Troiane (da Euripide)” – spettacolo teatrale con la Compagnia Teatrale “ARTE POVERA”, regia di Francesco BOSCHIERO

Giovedì 22 settembre

• Ore 18.00 – Inaugurazione della seconda edizione del Festival, con un breve momento musicale a cura del Coro “Jupiter Voices”

• Ore 20.45 – “Roghi” – lettura spettacolo di Franco ZIZOLA, con Margherita STEVANATO, musiche di Wilson GAITAN e Adrian DE PASCALE

Venerdì 23 settembre

• Ore 10.30 – “Tutti siamo stati un uovo all’inizio” – conferenza a cura della dott.ssa Manuela MONTI

• Ore 18.00 – “La rivoluzione si fa anche nei musei” – incontro a cura delle dott.sse Emanuela GILLI e Angela TREVISIN

• Ore 21.00 – “Tecnologia, Innovazione, Economia Positiva, un trinomio inscindibile per un futuro che non può attendere” – incontro con la dott.ssa Isabella CHIODI

Sabato 24 settembre

• Ore 10.30 – “Vetustas semper adoranda. Passato pagano e rivoluzione cristiana nella Roma tardoantica“ – conferenza a cura del prof. Filippomaria PONTANI

• Ore 16.30 – “Meno Internet più Cabernet: viaggio da Google al gatto di casa” – conferenza a cura del prof. Massimo MARCHIORI

• Ore 18.00 – “Le mille e una voci del conflitto siriano” – intervento-dibattito a cura di VENICE DIPLOMATIC SOCIETY

• Ore 20.45 – “Musica e Cinema” – concerto dell’Orchestra giovanile “LA RÉJOUISSANCE”, diretta dal M° Elisabetta MASCHIO

Domenica 25 settembre

• Ore 15.00 – 19.00 – “Coltivare la mente dei bambini. L’approccio precoce a lettura, musica e scienza in famiglai” – eventi, laboratori, letture per bambini e famiglie

○ Ore 15.00 – “Come nutrire le menti dei nostri bambini” – conferenza a cura del dott. Giorgio TAMBURLINI

○ Ore 15.00 – “Littlebits Lab” – laboratorio di fabbricazione digitale a cura di FAB LAB Castelfranco Veneto

○ Ore 15.30 – “Storie per ridere” – letture ad alta voce di ULLALLÀ TEATROANIMAZIONE

○ Ore 16.30 – “Grandi musiche per piccole orecchie” – laboratorio musicale con Cristina DE BORTOLI, Daniele CARNIO e Filippo ZONTA

○ Ore 18.00 – “Storie di incontri buffi… e meravigliosi” – spettacolo teatrale musicale di ULLALLÀ TEATROANIMAZIONE

• Ore 16.30 – “La cultura in carcere come rivoluzione nel/del carcere” – conferenza a cura del prof. Piero VERENI

• Ore 18.00 – “Le informazioni nascoste. Invarianti di natura e di cultura” – conferenza a cura del prof. Paolo Massimo BUSCEMA

• Ore 21.00 – “Noi donne di Teheran” – reading teatrale di e con Farian SABAHI

attori-festival-cultura-2
Da sinistra: Alda Resta (Direttrice Biblioteca Comunale di Montebelluna); Debora Varaschin (Assessore alla Cultura di Montebelluna); Franco Zizola; Chiara Semenzin (consigliera dell’Associazione Levi Alumni); Elisabetta Maschio; Silvana Leggerini; Ermes Pozzobon (Presidente dell’Associazione Levi Alumni); Marzio Favero (Sindaco di Montebelluna).

 

 

conferenza-stampa-festival-cultura-2
Da sinistra: Ermes Pozzobon (Presidente dell’Associazione Levi Alumni); Chiara Semenzin (Consigliera dell’Associazione Levi Alumni); Debora Varaschin (Assessore alla Cultura di Montebelluna); Monica Celi (Direttrice del Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *